Marco Lastri

L’INTERVENTO

Hackerare la Musica.

La ricetta è chiara: si prende un suono, lo si “maltratta” attraverso una serie di circuiti elettronici, lo si spezza e lo si rimette insieme. Lo si lava, lo si asciuga, lo si risciacqua e lo si centrifuga. Risultato: un processo ludico e creativo simile a quello delle costruzioni in cui i mattoncini da cui partire sono i suoni stessi.
Tramite questo processo che si sviluppa attraverso vari livelli di difficoltà via via crescente può nascere musica, come da mattoncini delle costruzioni può nascere una bellissima astronave. Fantasia, creatività, divertimento, studio e sperimentazione elettronica come basi di un nuovo concetto di creazione musicale.

CHI E’ MARCO LASTRI

Sono nato nel 1975 a Firenze, e il mio interesse per tutto ciò che è tecnologico risale al mio incontro con il Commodore 16, che divenne ufficialmente il mio primo computer dopo non poca fatica per convincere i miei genitori a comprarmelo. Da allora l’informatica è sempre stata il fulcro della mia vita, sia a livello culturale che lavorativo. Infatti mi sono laureato in Ingegneria Informatica, a cui ho poi aggiunto un master in Business Administration.

Al momento ricopro il ruolo di capo progetto software di strumenti per satelliti artificiali presso una importante azienda del settore. Ma in parallelo ho da sempre portato avanti molteplici interessi: mi sono reinventato attore teatrale, videomaker e sopratutto ho dato sfogo alla mia vena artistica come tastierista e compositore (rigorosamente autodidatta) in varie band e in svariati progetti solisti. Tutta la mia musica è rilasciata con licenza Creative Commons e scaricabile grauitamente dal mio sito web http://www.marcolastri.net

Non contento di tutto questo, ho mosso anche alcuni passi nel mondo dell’editoria, diventando redattore per alcune fanzine musicali, fondando la più longeva fanzine italiana dedicata ai giochi di ruolo (Anonima Gidierre), fino a diventare sviluppatore e direttore tecnico di CalcioToscano.it, il primo web news dedicato al calcio professionistico toscano.

Nel 2013 mi sono avvicinato al mondo della microelettronica, dei “maker” e delle piattaforme di sviluppo open source. Ho iniziato a realizzare progetti hardware e software dedicati alla domotica e alle telecomunicazioni, pubblicandoli poi integralmente nel mio blog tecnico Garretlabs (http://garretlabs.wordpress.com).

Infine, dalla mia smodata passione per la musica unita alle mie competenze di elettronica ed informatica, nel 2014 ho iniziato a giocare con l’arte del “circuit bending” e poi a entrare nel mondo della progettazione e produzione di macchine per la realizzazione di suoni e musica (sintetizzatori, noise machine, effetti audio analogici e digitali). Ad oggi sto pian piano sostituendo il mio set di tastiere accumulate negli anni con strumenti completamente realizzati da me.