Monica Malvezzi

L’INTERVENTO

Io e i Robot
Inizialmente confinati nei laboratori o nelle catene di montaggio, i robot stanno al giorno d’oggi rapidamente diffondendosi in molti altri ambiti: dalla medicina, alla riabilitazione, all’assistenza in operazioni pesanti o difficoltose. Sistemi artificiali che devono interagire tra loro e con utenti e operatori umani, in un ambiente non strutturato, con ostacoli imprevedibili e mobili.

In questi contesti di interazione i robot devono essere in grado di rispondere intelligentemente e in modo autonomo alle lacune delle loro conoscenze e alle situazioni che non sono state specificate nel loro design, devono in altri termini essere più possibile flessibili e naturali nelle loro operazioni.

Il nostro punto di riferimento e di partenza è la mano umana: una struttura estremamente versatile, ma al tempo stesso assai complessa. Nei nostri studi osserviamo, misuriamo e analizziamo come le nostre mani operano nel quotidiano quando compiono operazioni apparentemente semplici e naturali come afferrare, spostare, manipolare oggetti, o scrivere. Cerchiamo quindi di estrarre da queste operazioni una rappresentazione che possa essere tradotta in modo non ambiguo a robot con strutture anche molto eterogenee tra loro e spesso non antropomorfe.

Da questa rappresentazione, il nostro obiettivo è di definire nuovi paradigmi e nuovi linguaggi, non necessariamente verbali, di interazione, cooperazione e comunicazione tra uomo e robot.

CHI E’ MONICA MALVEZZI

Monica Malvezzi è ricercatrice di Meccanica Applicata presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche dell’Università di Siena. Si è laureata in Ingegneria Meccanica, indirizzo Automazione Industriale e Robotica, all’Università di Firenze nel 1999, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Meccanica Applicata all’Università di Bologna nel 2003. Dal 2003 al 2008 ha collaborato con il Dipartimento di Energetica dell’Università di Firenze, nella Sezione di Meccanica Applicata.

I suoi principali interessi di ricerca attualmente riguardano la simulazione e il controllo di sistemi multibody, la robotica, in particolare il grasping e la manipolazione, l’aptica, la localizzazione di veicoli. Collabora con il SirsLab dell’Università di Siena a diversi progetti europei: THE hand embodied, WEARHAP, Hands.DVI, ecc.

E’ responsabile dell’unità di ricerca dell’Università di Siena per il progetto MODELACT, finanziato dal MIUR nell’ambito del programma Futuro in Ricerca 2012. Dal 2004 è titolare di corsi nel settore della Meccanica Applicata presso l’Università di Firenze e Siena. Attualmente è titolare del corso di Sistemi Meccanici per il corso di laurea in Ingegneria Gestionale dell’Università di Siena. È autrice e coautrice di numerosi articoli pubblicati su riviste scientifiche e presentati durante congressi internazionali.